Note in tema di organizzazione e attività dei Venaliciarii

Sommario: 1. L’“azienda” venaliciaria. – 2. Fonti epigrafiche relative al trasferimento di “azienda” venaliciaria: A) Tabula Herculanensis n. LXIII. – 3. B) Le Tavolette cerate di Cecilio Giocondo: CIL IV. 3340 n. XLV = FIRA, Negotia, Apocha Pompeiana, Chirographa, n. 130 a). – 4. Il servus venaliciarius. A) Servus institor preposto alla vendita di schiavi e animali e responsabilità per vizi. – 5. B) Servus venaliciarius con peculio e responsabilità per vizi.

Condividi questo articolo: